Da Capo Verde al Quirinale

“Trentotto anni di racconti” di Maria José Mendes Evora

Il primo giugno del 2001, Maria José Mendes Evora fu la prima donna non cittadina italiana a ricevere dalle mani del Presidente Carlo Azeglio Ciampi la nomina a Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

Arrivata in Italia a vent’anni da Capo Verde è oggi una delle figure più impegnate nell’accoglienza di migranti e nei progetti che riguardano la loro integrazione nel nostro tessuto sociale.

Oggi racconta la sua storia in “Trentotto anni di racconti”, appena pubblicato nel nostro catalogo nella Collana “Nuove Voci – Strade”. Un racconto personale ed intenso che abbraccia quasi quattro decenni di vita, vissuti in Italia, tra studio, lavoro e attivismo sociale.

Abbiamo raggiunto l’autrice per una breve intervista per ripercorrere assieme a lei le tappe più importanti della sua vita, confluite oggi nelle pagine del suo volume:

Buongiorno signora Mendes Evora. Iniziamo subito dal titolo: 38 anni di migrazione. Non si sta parlando evidentemente solo della sua esperienza personale ma di un fenomeno più ampio e complesso che non siamo in grado di intuire nel suo complesso. Cosa significano un tempo così ampio?

Significa anzitutto un aumento dell’età. Sono arrivata in Italia a 20 anni e adesso mi sto avvicinando ai 60. Più della metà della mia vita l’ho vissuta qui, ed è qui che ho avuto la mia crescita professionale e umana. Tante cose sono cambiate, e come sempre ci sono sia lati positivi e meno positivi. Abbiamo lavorato tanto per migliorare quello che mancava. Quando sono arrivata l’Italia non aveva neppure una legislazione in materia di migrazione. In qualità di Presidente dell’associazione delle donne capoverdiane ho potuto partecipare in prima persona ai lavori della legge Turco-Napolitano. Era il 1997.

Cosa ritiene particolarmente interessante del fenomeno della migrazione femminile?

La migrazione femminile riguarda da vicino il fenomeno della mia comunità. La migrazione capoverdiana, fino alla fine degli anni 80 era composta quasi unicamente da donne. Solo dopo la legge del ’97 fu introdotto il ricongiungimento familiare e molte famiglie hanno avuto modo di ritrovarsi. Quale è la condizione delle donne migranti in Italia? Perfettamente inquadrata a quella che più generalmente è la condizione femminile. Una donna lavoratrice, molto spesso madre di famiglia che deve fare attenzione a violenze di tutti i tipi. Una donna che vive tutte le difficoltà di questo Paese.

Cosa ha significato per lei la nomina a Cavaliere al Merito della Repubblica italiana?

Il mio cavalierato è tra i primi all’interno della migrazione italiana. Il Presidente Ciampi, uomo di grande sensibilità, ha avuto la volontà di nominare per la prima volta una straniera senza cittadinanza italiana, riconoscendo così non solo il mio impegno ma quello di tutte le attiviste che come me si erano impegnate nella battaglia dell’integrazione. L’ho sempre considerato come un premio non tanto riconosciuto alla mia persona, ma a tutta la comunità capoverdiana.

Nel suo racconto molte pagine sono dedicate ai suoi studi, che sono stati il primo ponte verso il nostro Paese. Cosa ci può dire dell’importanza dello studio in rifermento all’integrazione?

Lo studio era la mia vita quando sono partita. Ero una studentessa, e avevo iniziato i miei studi quando ancora ero a Capo Verde. Gli studi sono stati fondamentali, forniscono strumenti in più non solo per l’integrazione del singolo, ma che possono venire incontro alle esigenze di tutta la comunità. Nel mio caso sono stati particolarmente importanti perché mi hanno permesso di assistere tante donne che, in assenza di istruzione, non riuscivano ad orientarsi nella realtà italiana. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...